Scoop del secolo: fa caldo

Allerta meteo in tutta Italia, scene di disperati che affollano la fontana-piscina di Trevi e altri monumenti romani che hanno la sventura di presentare una piccola fontana annessa, gelaterie prese d’assalto, gente sudata che corre al parco alle 13 (ma allora sei scemo) anziani seduti in panchina in attesa di un colpo di calore (ma allora siete scemi). Sono notizie queste che non avete mai sentito, vero? Lo so, lo so. Lasciano scandalizzati. Come è possibile che al 21 giugno faccia così caldo? Mica siamo in estate! Si? Ah…è vero. Ma certo che siamo in estate e volevo vedere se faceva freddo, lì si che c’era da preoccuparsi. Ma no, fa un caldo boia, e io odio il caldo e odio l’estae, per inciso, però è arrivata, che vogliamo farci? Come fa a essere questa la notizia di apertura di un telegiornale? Come si fa a dedicare più di un servizio al caldo estivo? Ma i giornalisti non hanno proprio niente di cui parlare? Saranno a corto di idee. E allora vai con il pranzo di lavoro sostituito con un gelato, vai con le interviste a persone sudate e la giornalista che chiede “Fa caldo?” no, ci piace sudar come maiali, ci divertiamo troppo. “Ah…e come vi rinfrescate?” altra domanda geniale alla quale i due interlocutori, francamente basiti, non sanno se rispndere con un “Ma che caz di domanda è?” o un più formale quanto banale “con un po’ di acqua”, seguito da spallucce. I più scelgono la seconda opzione, o forse è quella che fa vedere il servizio. Chissà quanti vaffa si sono beccati.

Ma perchè dobbiamo vivere con il terrore del caldo? Stessa roba quando arriva il freddo. A febbraio è arrivata un’ondata di gelo assurda, ma che vogliamo farci, è l’inverno bellezza! Ti aspetti 20 gradi a febbraio? Ti aspetti 15 gradi a giugno? E il bello è che la gente davvero si scandalizza, si domanda perchè faccia caldo in estate e freddo in inverno, perchè piove così tanto in autunno (che poi adesso le cose si sono un po’ mischiate) e ogni tanto faccia freddo freddo o caldo caldo in primavera, che si sa da sempre che è la stagione più pazza dell’anno.

Allora magari ce la meritiamo questa informazione banale…o forse è l’informazione banale che plasma la mente dell’italiano medio e lo induce a pensare che un caldo così non va bene.

Riflettevo su questo argomento di alta a filosofia proprio due notti fa, quando per la prima volta ho fatto davvero fatica a dormire. La casetta dove vivo con il mio ragazzo ha il tetto in legno e in inverno la camera tiene benissimo il calore. In estate la cosa può rivelarsi fatale, perchè in camera non entra un filo d’aria. Ho aperto le finestre, ho persino tirato su le zanziariere sfidando la sorte e perdendo miserevolmente contro le bastarde, facendomi scappare in salotto a dormire sul divano di pelle. Dopo la sudataccia notturna e le due ore due di sonno, la suocera è venuta in soccorso portandomi il ventilatore e Dio grazie la scorsa notte ho dormito bene. Stamattina ho quindi pensato: Quindi? Mi devo incavolare perchè fa caldo? No, prendo provvedimenti. E’ estate, uno cerca di ripararsi, di bere tanta acqua e mangiare tante verdura mentre per la frutta non esageriamo con banane, albicocche o uva perchè rischiamo di dilatarci, ma questo nessuno ce lo dice. La massima in tv è bere e mangiare frutta e verdura per sconfiggere il caldo. Sconfiggere il caldo. Ma cosa c’è da sconfiggere? Ma non ci si può semplicemente convivere, visto che è una cosa naturale? Perchè devono demonizzare ogni stagione? Soprattutto estate e inverno?

Adesso la gente esce di casa terrorizzata, hanno spaventato tutti dicendo che c’è allerta massima in 16 città italiane, proprio oggi, il 21 giugno. E va bene che mi date l’allerta, ma tu giornalista che annunci la notizia, non farlo con quella faccia spaventata e la gocciolina di  sudore che già ti scende sul viso nonostante i meno dieci dello studio televisivo, giusto per condividere la tua falsa pena con chi un condizionatore non ce l’ha. Dai!!

Al mattino sento le signore sul bus: “Fa cald, fa cald” provo a scrivere come parlano qui in Lombardia e chiedo scusa ai lombardi…”Ma cum’è che l’è così cald? Non è normal” e si tamponano la faccia mentre nel bus c’è l’aria condizionata a manetta e io le guardo con gli occhi a palla, quasi quasi con un moto di freddo visto che l’aria va più veloce del bus…ma queste sembrano indifferenti. Vedo persone trascinarsi fuori dalla fermata, con il braccio portato alla fronte in segno di disperazione nei confronti del demone sole che ha deciso di farli soffrire, vedo persone trascinarsi nella metro (anche qui c’è l’aria condizionata, by the way) con la faccia disperata e cotta dal sole e vestiti come se dovessero andare al mare invece che in ufficio (camicia, pantaloni, 24 ore e…infradito…ma si che poi uno se le cambia prima di entrare in ufficio….).

La gente è disperata perchè fa caldo. E quel fetente metereologo della Sette ci mette il suo carico da 12….che ti dice che il tempo è stabile, ma forse forse qualcosa cambia. Ma perchè illudi la gente?? Stamattina ha avuto almeno la decenza di dire: in fondo siamo in estate e quello che stiamo vivendo è un anticipo del caldo. Ma bravo!!! E ci voleva tanto a dirlo??

Ma poi giri canale, e altri suoi colleghi, al limite tra l’informazione e il puro allarmismo, ci snocciolano cartine come questa

Che uno pensa: l’Italia sta andando a fuoco? Dov’è il rassicurante colore blu??

Non c’è il blu perchè siamo in estate e fa caldo. Se fossimo a febbraio, mi preoccuperei di più. A dicembre c’erano 20 gradi, ma nessuno si è allarmato e forse si, allora, c’era da allarmarsi. Ora fa caldo e tutti a urlare dalla disperazione.

Siamo patetici. E i media sono esemplari di pateticità (esista sta parola? Boh..). Dai servizi sul gelato come pausa pranzo (che sembra che il gelato uno lo mangia solo in estate ma forse non sanno che è buono anche a dicembre…lo avete mai provato con il caffè o cioccolato caldo sciolto sopra?) a quelli sull’ondata di caldo che investe le città, descritta come una vera e propria invasione del sole, qualcosa alla Independece Day a cui nessuno, e dico nessuno, potrà sottrarsi!

Abbiamo un nuovo nemico da sconfiggere: il sole. Come se di casini e pensieri non ne avessimo già abbastanza.

Ma godiamoci sto caldo nei limiti del possibile..e in quelli impossibili cerchiamo di sopportarlo e accettarlo. Ai vecchietti seduti in panchina alla tre del pomeriggio magari consiglio di starsene a casa o in un bel centro commerciale…perchè, mi domando io, massacrarsi a colpi d’aria calda concessi da ormai flosci pezzi di carta su quella panchina calda come l’inferno? Solo per finire sui notiziari o nelle classiche foto ricordo che popolano su google quando metti le parole caldo+anziani?

E anche a chi corre nei parchi sotto il sole di mezzogiorno..che dirvi, siete dei pirla.

Basta poco per “sconfiggere il caldo” e si chiama buonsenso.

Buona estate a tutti e mi raccomando, come dicono in tv: bevete molta acqua e mangiate tanta frutta e verdura, che fa bene. Ma solo in estate eh, che nel resto dell’anno non serve! 😀

La maga accaldata

Annunci

2 thoughts on “Scoop del secolo: fa caldo

Lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...