Tanto lo so che prima o poi ti becco…

Noi in Italia abbiamo diverse ragioni per non fare il bagno: qualche alga in mare che può farti finire in ospedale, problemi di inquinamento, meduse (ogni tanto), pezzi di ferro che affiorano come rocce , bottiglie che galleggiano e varie altre tipiche decorazioni. Poi abbiamo il mare grosso. Grosso, oddio, finchè non vedi l’oceano pensi che il nostro mare sia grosso nelle giornate di vento…povero fa quello che può…diciamo che è grandicello…. 😀

In Australia, le ragioni per NON fare il bagno, sono “solo” due:

1) Le correnti

2) Gli squali

Robetta, eh?

E non pensiate che le correnti non siano pericolose come gli squali: ci sono storie che chiunque qui vi può raccontare di ragazzi che non sono più tornati a riva, di persone letteralmente scomparse in balia delle correnti oceaniche.

Sono delle assassine.

Quando ci sono le correnti i bagnini non fanno altro che urlare alla gente di uscire dall’acqua e sventolare cartelli in segno di pericolo.

Sapete quanta gente li ascolta? Metà di quelli che stanno in acqua tornano a riva, pure scocciati…l’altra metà resta in acqua e se ne frega. E poi succedono le tragedie.

Ogni anno più o meno qualcuno o ci rimane o la scampa per miracolo.

Ma gli australiani se ne fregano, tutto qui.

A voglia sgolarti ceh ci sono le correnti, gli squali, le medusone fetenti, piccole e quasi invisibili ma capaci di mandarti all’ospedale in un attimo…

Loro fanno tranquillamente il bagno…e chissene…

Io invece, da brava italiana, risolvo il problema e in acqua proprio non ci entro o al massimo fino alle ginocchia. 😀

E in questi giorni i giornali non fanno che parlare dell’avvistamento di uno o più squali bianchi (si tipo quello del film di Spielberg “Lo Squalo”..proprio lui…e il pescione del film non era poi tanto più grande di quello reale…).

La temperatura dell’acqua adesso si aggira sui 19 gradi e ci sono branchi di balene che si muovono lentamente nelle acque di Sydney…in pratica il banchetto ideale per questi predatori….

E oltre agli squali bianchi, ci sono pure gli squali toro, molto simili e a quanto pare più veloci e quindi difficili da localizzare.

Secondo Surfwatch, associazione che controlla la sicurezza delle spiagge, dallo scorso 7 settembre ci sono stati ben 18 avvistamenti nelle acque vicino alle spiagge di Sydney: da squali toro di un metro fino a squali bianchi da 4 metri….

Col kaiser che faccio il bagno!!!

Ma loro, gli australiani, ti fanno spallucce.

Questa mattina sono andata a correre a Bondi Beach. Siccome sono una schiappa totale, mi sono fermata a metà percorso con i polmoni in mano, un vulcano in gola e la faccia peonazza…tipo zucca.. 😀

Ho deciso di bere un caffè….nel bar c’era un gruppo di surfisti (che visione, ragazze….) che parlava proprio di questa notiza.

“Avete sentito che hanno avvistato gli squali a Sydney?” ha detto quello che mi pareva il capo branco ( e non ve lo descrivo, perchè non ci sono parole per descriverlo…Signore Caro…..)

“Si mate, ahahahahahaha” hanno riposto in coro gli altri modelli….

Hanno scambiato due battute su altre cose e poi se ne sono andati.

Li ho visti rimettersi la muta, prendere la tavola e tuffarsi nell’oceano… (che visione….)

Ma poi mi sono ripresa…e la mia faccia ha assunto questa espressione:

??????????????????????????????’

Ma fanno il bagno sapendo che ci sono gli squali?

Si….

Sono fatti così. Sono proprio fatti così….

Io sono fatta diversa…

Mi hanno raccontato che ci sono più probabilità di finire sotto un treno (eh???) o una macchina (questo è vero..) o cadere da un tetto (ma dai…) o litigare col vicino e sbatter la testa sull’unica pietra del giardino (ehh??)….che beccarsi uno squalo nell’oceano…

E come no…..potete raccontarmi quello che volete…io sto all’asciutto…nella mia bella spiaggetta a Bondi…cerco di non litigare con il vicino, cerco di non passeggiare sui binari del treno, sto attenta quando attraverso la strada ed evito di camminare sul tetto….

Ma vuoi vedere che sono così sfigata che esco di casa e la tegola del tetto (che andava risistemato da tempo) cade in testa al mio vicino? E lui si incazza e mi tira l’unica pietra del suo giardino?

Allora io corro in stazione per sfuggire al vicino diabolico, e vuoi vedere che inciampo e finisco dritta dritta sui binari?

Ma magari il treno non arriva, allora mi alzo, continuo a scappare dal vicino che nel frattempo ha trovato un’altra pietra (ma dove a Bondi??? Non ci sono pietre!!) e per la fretta non aspetto il semaforo e attraverso la strada senza guardare…

L’autobus si ferma a due centimetri dalla mia faccia. Che culo!!

Con un balzo arrivo dall’altra parte della strada. Il vicino si è arreso, non c’è più. Sono salva.

E penso: mi è andata così bene oggi che devo festeggiare con una nuotata nell’oceano…cosa potrà mai accadere?

Per il calcolo delle probabilità fatto prima….di sicuro accadrà che mi beccherò lo squalone…

Quindi, come dire, in ogni caso…la sfiga ti trova sempre! 😀

Avete presente il film “Final Destination“? Ecco, così capite il mio delirio…

E ora che ho scritto questo post vorrei farmi una passeggiata..che faccio? Vado o non vado? 😀

Un bacio dalla Maga in delirio…..

Annunci

23 thoughts on “Tanto lo so che prima o poi ti becco…

  1. Cara mia, ti sei dimenticata dei salt water crocodiles, dei blue bottles e delle box jelly fish, molto piu` pericolosi degli squali, ai quali gli australiani si sono abituati a dargli qualche cazzottone sul muso e quelli scappano!
    Ahahahahaha!
    Io faccio il bagno nell’oceano sa 26 anni e, all’inizio ero molto titubante, come te.
    Ho fatto il bagno in moltissime spiagge del N.S.W. e del Queensland, ma mai a Bondi, dove, se te la scampi dagli squali, magari ti arriva una tavola da surf sul cranio!
    Pero` …. che fisici!

    • E brava Roberta, che coraggio!!! No io non ce la faccio, sono davvero terrorizzata..pure in Italia fare il bagno al largo mi mette a disagio…no no no!!!

      Me ne sto sulla spiaggia ad ammirare i fisici….tranquilla che non mi annoio!! 😀

  2. e io invece non vedo l ‘ora di essere a Bondi e di buttarmi in acqua con la mia tavola da surf. Avrò qualche gene Australiano?:-) eheheh
    Cmq… pensa un attimo…a quanta gente fa il bagno a Bondi….. in 80 anni “solo” un braccio “staccato”….il rischio c è… si è casa loro(degli squali)…..ma è mooooolto remoto. E’ molto peggio fare il bagno quando è infestato dalle Jellyfish….li si che le possibilità di “rimanerci” sono 1 su 2:-)
    Però….logicamente ogni volta che sei in acqua e vedi un ombra strana…te la fai nei pantaloni…..ma è molto più facile avere un incidente in macchina alla fin fine!!! o come dice Roberta….prendersi una tavola da surf sul cranio:-)…… Cmq…Maga….I TUOI FAN ASPETTANO IL LIBRO!!

  3. Fantastica come sempre……Mille risate….ma come ti vengono certe storie??ahahahahahahahah
    Beh, come si dice? Chi non risica non rosica!!!
    L’oceano favoloso, i servisti che tolgono il fiato, la spiaggia bella,ecc… tutto ha un prezzo! 😀

  4. Maga, sai che avevano detto a me a Cape Tribulation quando cercavo informazioni sulle maree prima di muovermi dall’ostello per paura di incontrarmi faccia a faccia con un simpatico coccodrillone d’acqua salata? “no worries mate! there’s more chance you get killed by a coconut falling, than by a crocodile!”. Rassicurante! così, nel mezzo della foresta pluviale mi sono trovata col terrore di venir sbranata da un coccodrillo mentre camminavo in riva all’acqua e colpita da una noce di cocco tutto il resto del tempo. Awesome Aussie!

    • Ehi Maddy prima di pubblicarlo devo scriverlo….. 😀

      Pensavo a una versione italiana di Eat Pray Love…ma nel mio caso, visto che la mia fede continua a vacillare e non ci sono uomini all’orizzonte, direi Eat Eat Eat…..
      😀

  5. Ciao Maga,
    Mi sa che adesso siamo nel periodo giusto per gli squali qui nel down under.
    Ho appena sentito per tv che qui a Perth una ragazza è stata attaccata da un great white.
    (http://www.perthnow.com.au/news/western-australia/shark-attack-at-rockingham-beach/story-e6frg13u-1225945532991)
    Lei ha preso a pugni il naso dello squalo mentre questo le morsicava le gambe, ma è stato un uomo alla fine a riuscire a salvarla tirando lo squalo per la coda, facendolo mollare la presa.
    E pensare che questo l’ho sentito questo pomeriggio, dopo essere tornato a casa da un bagno in mare…
    Comunque fare il bagno non è tanto rischioso se si rimane vicino alla spiaggia, però è meglio non spingersi troppo al largo come in questo caso!

    • Ma non mi dire Davide…ma povera ragazza!!!
      Io mi immergo nell’acqua fino alle ginocchia….non ci penso proprio…non ci penso proprio…potete raccontarmi di tegole in testa o incidenti stradali più probabili…ME NE FREGO!!!! 😀

  6. Ciao Maga ! Mah.. Ti confesso, che dopo il tuo post sui ragni, posso nuotare come un pesciolino in cerca dello squalo bianco in persona !!! Almeno il pescione coi dentoni fa di me un buon banchetto: lo schifo peloso t’ammazza per sport invece.
    Comunque, al limite se becchi uno squalo… Prova con “oz oz oz oi oi oi…”: io dico che funziona come deterrente !
    Ah, God bless Australia !!!

    • Ahahha sicuro Matthew!! Qui molti australiani sono scampati alla fauci del pescione dandogli una serie di cazzotti in faccia…dicono che ha funzionato e lo squalo se n’è andato….. probabilmente il pescione si stufa di combattere, è abituato alle foche che cedono facilmente…se poi sente preso a cazzotti comincia a pensare di aver sbagliato preda…sai sono praticamente ciechi….

      Ma tu ce l’avresti il coraggio di prendere a cazzotti uno squalo bianco? Miseria ladra santissima…..

  7. Più che dagli squali sono rimasto impaurito dalle correnti 😀 ma per colpa delle correnti in 3 mesi quanti bagni saltano ? Se vi state domandando se sono un patito del mare la risp è si 🙂

  8. ma maga! potevi buttarti e poi farti salvare dai surfisti gnocchi! Magari avresti anche trovato spunto per la parte “pray” del libro (Signore fa che qualcuno di quei fusti mi salvi) e, succesivamente, per la parte “love” (thank’s for hepl “surfmate”, let me return in a special italian way!”…chissà, magari ci scappava anche il modo di risolvere la problematica della PR!

    • Marta mi hai dato un’idea…..ora vado a Bondi e ci provo….vedrai come mi salvano quei fustacci…come no….

      Sai quanto posso pregare? Alla fine farei talmente tanta pena allo squalo che mi lascerebbe andare…. 😀

  9. Io ho sempre preferito la piscina al mare, qui nel Baltico sono sempre solo arrivato fino alle ginocchia, ma il nostro mare non è nemmeno da paragonare al vostro e di squali neanche l’ombra..

Lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...